Ci siamo! Ancora poche ore e riparte il campionato di Serie A. Ad aprire le scene saranno come da tradizione i campioni d’Italia in carica. E quest’anno diversamente rispetto agli ultimi anni sarà l’Inter a farlo alle 18.30 a San Siro contro il Genoa.

Quante cose sono cambiate in casa nerazzurra nel giro di due mesi. Orfani prima di Antonio Conte, poi di Hakimi e inaspettatamente anche di Lukaku, i nerazzurri sono chiamati a difendere lo scudetto che hanno cucito sul petto che significherebbe anche la tanto sognata seconda stella.

Non sarà sicuramente facile. Sarebbe scorretto non dire che i nerazzurri partono ridimensionati negli obiettivi. La dirigenza è stata chiamata a svolgere un lavoro immane prima con la scelta del sostituto ideale di Conte, poi nel rinforzare una rosa districandosi tra gli ormai noti problemi di bilancio. E’ arrivato Simone Inzaghi, il meglio sulla piazza, conoscitore di quel 3-5-2 che significa proseguimento di un progetto tattico ben preciso.

Sulla fascia destra al posto di Hakimi si è deciso di puntare sul promettente Dumfries. In attacco manca ancora qualcosa. All’addio di Lukaku si accompagnano  i problemi fisici di Sanchez che al momento non dà garanzie di guarigione. E’ arrivato Dzeko con due anni di ritardo, bisognerà fare ancora almeno un innesto, o forse due se le opportunità del mercato lo consentiranno. Staremo a vedere. Ma intanto per la gara di oggi pomeriggio Inzaghi potrà contare sul solo bosniaco a guidare il reparto offensivo.

Detto ciò si è dibattuto a lungo su chi sia la squadra da battere quest’anno. La maggior parte degli addetti ai lavori sono concordi nel dire che l’Inter resta la favorita per la vittoria del campionato. Li ricordo bene l’anno scorso, quando nessuno avrebbe scommesso un euro sulla vittoria dello scudetto nerazzurro con la Juve indicata squadra imbattibile. Sappiamo poi come è finita.

Quest’anno invece con un Inter senza due colonne come Lukaku e Hakimi e una Juventus che si è rinforzata e potrà contare in panchina su un top player come Allegri, si ritengono ancora i nerazzurri i favoriti per lo scudetto. Strano. Che sia di buon augurio.

Sarà un campionato di sicuro scoppiettante. A mio parere almeno 7 squadre potranno essere protagoniste fino alla fine. Oltre alle già citate Juventus e Inter ritroveremo Luciano Spalletti sulla panchina del Napoli, Josè Mourinho alla Roma e Maurizio Sarri alla Lazio. Ci faranno divertire ne sono convinto.

Poi da non sottovalutare il Milan e la solita Atalanta. Sono convinto che tutte ci regaleranno grandi emozioni. Che sfida sarà per la Champions!

Ma non sarà solo una Serie A di vertice. E’ giusto parlare anche di chi avrà come obiettivo quello di restarci in massima serie. Una lotta per la salvezza che negli ultimi anni ci ha regalato grandi emozioni fino all’ultimo e anche quest’anno sarà lo stesso.

Insomma ancora poche ore e ripartirà il campionato più bello del mondo. Ancora poche ore e rivedremo i tifosi allo stadio dopo 2 anni seppur al 50%. Sarà una grande emozione rivedere San Siro, l’Olimpico, il Maradona ribollire dinnanzi ai propri beniamini.

Ancora un po’ di pazienza e tra poche ore si alzerà il sipario. Buon campionato a tutti!

Menu